Le sentenze dello Studio – Nuovo rito sui licenziamenti

Con riferimento al nuovo rito sui licenziamenti, nel caso in cui il ricorso introduttivo non sia notificato alla parte convenuta nel rispetto dei termini a comparire (almeno 25 giorni prima dell’udienza), il Giudice deve dichiarare l’improcedibilità del ricorso.

In tal senso si è pronunciato il Tribunale di Padova – sez. lav (est Dosi) con ordinanza del 6 febbraio 2013 (clicca qui per scaricare il testo del provvedimento).

Nel caso di specie il ricorso era stato notificato alla società datrice di lavoro, cliente dello Studio, solamente una settimana prima dell’udienza. La società non si era dunque costituita in giudizio. Il Giudice, anzichè, concedere a parte ricorrente nuovo termine per rinotificare il ricorso ha dichiarato (correttamente) l’improcedibilità del ricorso in considerazione del fatto che “la violazione del termine assegnato per la notifica del ricorso e del pedissequo decreto di fissazione udienza, pur se ordinatorio ex art. 154 c.p.c., determina la decadenza dall’attività processuale cui è correlato, se (come nella specie) non prorogato prima della sua scadenza”.